Progetto Psicomotricità Educativa

Il progetto psicomotorio mira alla promozione del benessere personale e relazionale dei bambini, nonché all’espressione e alla sperimentazione della sensomotricità.

(Accoglienza nella relazione e valorizzazione dell’espressività del bambino; gioco spontaneo ma regolato dall’adulto, individuale o di gruppo; osservazione)

DESTINATARI DEL PROGETTO

I bambini della scuola dell’ infanzia

 

  • 12 incontri   periodo da concordare tra ottobre e maggio
  • Gruppi divisi per età
  • Giorni da concordare ( mattino e pomeriggio )
  • Assicurazione responsabilità civile
  • Personale qualificato
  • Materiale (palloni, cerchi, corde, …)
  • Costo bambino € 50,00 tutto compreso
  • Sopralluogo e illustrazione del corso senza impegno presso la scuola
  • Monitoraggio sullo svolgimento del corso da parte del nostro referente educativo
  • Restituzione alle insegnanti
  • Attestato di frequenza

 

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Il progetto avrà i seguenti obiettivi:

- Lo sviluppo del piacere senso-motorio e senso-percettivo
- Scoprire le possibilità che ha il nostro corpo di esprimersi durante il gioco
- L’evoluzione e la facilitazione dei processi di comunicazione
- Lo sviluppo della creatività
- L’acquisizione delle regole per il “giocare bene insieme”
- Lo sviluppo dell’ autocontrollo imparando a gestire il tempo, il ritmo e l’aggressività

 

Contenuti del gioco Materiali proposti Funzioni psicomotorie
Il mio corpo gioca: mi conosco e mi sperimento Tessuti colorati, foulards, solidi di gommapiuma, materassoni e cuscini Percezione di sé, del proprio corpo, dell’equilibrio, della propria forza
I sensi e la percezione

Tappeti di diverso materiale, strumenti musicali; scatola cieca

Senso percezione; creatività
Ho paura di, ma sono anche coraggioso Materassoni per il salto e per arrampicarsi, spazi rialzati, bastoni Sviluppo della coordinazione dinamica generale in rapporto allo spazio. Superamento delle difficoltà

Proiezione nella fantasia: posso diventare...

Costruire spazi: personali, a due o per il gruppo

Corde, materassi di tanti tipi, cuscini, materiali in gommapiuma, stoffe

Coordinazione tra pensiero e azione, acquisizione di ruoli e identificazione di genere

Sono debole, sono forte Solidi di gomma piuma, palloni, materassoni, corde Coordinazione dei movimenti, percezione delle proprie potenzialità corporee
Sviluppo dei ruoli, mi completo nella relazione con l’altro Spazio simbolico: materiali per costruire una casa: stoffe, materassini, cubi di gommapiuma Sviluppo del gioco di ruolo, attraverso l’ identificazione. Scambio e fiducia
Posso diventare grande: avere un ruolo da grande Materiali che consentono di costruire spazi simbolici Percepirsi in termini evolutivi, proiettarsi verso modelli adulti
La gestione dei conflitti e l’aggressività Cuscini, bastoni, materassoni Riconoscere la propria forza e sperimentare la propria parte “cattiva”
So superare i conflitti e ascoltare l’altro per creare accordi e migliorare il mio gioco Spazio della conversazione: cuscini e materassi per sedersi ed ascoltare capacità di ascolto e comprensione dell’altro, attenzione, meditazione, calma

 

STRUTTURA DELL’INCONTRO:

 - Cerchio iniziale con rituale d’inizio e ripasso delle regole (5 min.)
- Spazio centrale del gioco (40 min.)
- Conversazione/rielaborazione finale (10 min.)
- Rilassamento (5 minuti)
- La struttura potrà essere modificata in sinergia con le insegnanti

N.B.: la rielaborazione finale e la narrazione della propria esperienza può avvenire tramite diverse forme di espressione: conversazione, disegno, manipolazione del pongo, riproposizione dell’azione singolarmente...